Chi siamo

 

Dall’anno scolastico 2016/2017 la Scuola dell’Infanzia e Primaria dello storico II CIRCOLO DIDATTICO DI ANGRI e il plesso “Don E. Smaldone” della Scuola secondaria di primo grado unica di Angri, per effetto dell’attuazione del Piano Regionale di Dimensionamento delle Istituzioni Scolastiche (Legge 111 del 15/07/2011, art.19), sono state accorpate per costituire l’ISTITUTO COMPRENSIVO “DON E. SMALDONE” di Angri.

L’Istituto è composto da:

  • Scuola dell’Infanzia “Via Europa”
  • Scuola Primaria “L. da Vinci”
  • Scuola Secondaria di 1° grado “Smaldone”

L’Istituto Comprensivo “Don E. Smaldone” di Angri pone l’accento sul collegamento fra territorio, bisogno formativo e risposta innovativa, analizzandolo in uno spirito critico e costruttivo nella comune prospettiva di una scuola più produttiva ed efficace.

Di qui il rigoroso convincimento, considerando il contesto socio-economico e culturale in cui opera la scuola, di un itinerario formativo che ha il qualificante obiettivo di concorrere a promuovere una motivata consapevolezza in ordine allo sviluppo dell’identità, dell’autonomia, della competenza.

Una scuola in cui l’alunno possa scoprire il senso del proprio essere e del proprio operato per costruire un’identità vera, originale, valida, propria.

Da questo complesso processo di crescita la nostra Istituzione Scolastica si impegna a curare l’aspetto socio-affettivo-relazionale senza perdere il suo ruolo di centro qualificato di ricerca e promozione.

Un percorso formativo intenzionale proponibile, conducibile e controllabile  orientato a precisi obiettivi da perseguire e che situa al centro della propria Offerta Formativa il pieno sviluppo della persona umana.

Un Piano dell’Offerta Formativa che tenga conto, dunque, della centralità dell’alunno, delle dinamiche di apprendimento che agevolano e tonificano il suo sviluppo, del contesto di vita che determina e dà senso alla espansione della sua identità.

 

Principi fondamentali 

 

Uguaglianza

La scuola si impegna, in una  prospettiva solidaristica, ad accogliere gli alunni senza alcuna discriminazione di sesso, razza, lingua, religione, condizioni psico-fisiche e socio-economiche.

Imparzialità e regolarità

I soggetti erogatori del servizio scolastico agiscono secondo criteri di obiettività ed equità, quale sinonimo di indifferenziata interferenza dei valori da sostenere: diritti inviolabili dell’alunno e diritto sociale all’istruzione.

La scuola, attraverso tutte le sue componenti, garantisce la regolarità e la continuità del servizio e delle attività educative.

Accoglienza ed Inclusione

L’istituto si impegna a favorire, con professionalità e competenza, l’accoglienza di tutti gli alunni e l’inclusione di coloro che necessitano di Bisogni Educativi Speciale (BES), in ossequio agli ultimi risvolti normativi.

Diritto di scelta, obbligo scolastico e frequenza

I fruitori del servizio scolastico, hanno facoltà di scegliere fra le Istituzioni che erogano il servizio scolastico. La libertà di scelta si esercita tra le Istituzioni Scolastiche statali dello stesso tipo, nei limiti della capienza obiettiva di ciascuna di esse. In caso di eccedenza di domande va, comunque, considerato il criterio della territorialità (residenza, domicilio, sede di lavoro dei familiari, ecc.).

L’obbligo scolastico e la regolarità della frequenza sono assicurati con interventi di prevenzione e di controllo per evitare fenomeni  di  dispersione scolastica.

Partecipazione, efficienza e trasparenza

La scuola ed il personale tutto, genitori e alunni, sono i protagonisti nonché i garanti dell’attuazione del Piano Triennale dell’Offerta Formativa attraverso un governo  partecipato della scuola.

In tale ottica assume particolare rilevanza “il Patto Educativo di Corresponsabilità” previsto dal D.P.R. 235/2007 (art. 5/bis) e dalla Nota Ministeriale del 31/07/08, quale documento in cui l’Istituzione Scolastica del IC “Don E. Smaldone” e le famiglie, esaminate le esigenze e le attese di entrambi, definiscono tutta una serie di accordi per costruire relazioni di rispetto, fiducia e collaborazione, sviluppando senso di responsabilità ed impegno reciproci, al fine di conseguire risultati migliori con gli alunni.

Affinché l’Istituzione Scolastica possa realizzare con successo le finalità educative e formative cui è istituzionalmente preposta, ciascun soggetto coinvolto è tenuto ad adempiere correttamente ai doveri che l’ordinamento gli attribuisce.

La Scuola, quale centro di promozione culturale, sociale, con la partecipazione di Enti locali si impegna a sostenere attività extra-scolastiche.

L’Istituzione Scolastica, garantisce la massima semplificazione e trasparenza delle procedure ed un’informazioni, in ossequio alle norme previste dal Codice per la privacy, per dare impulso ad ogni forma di partecipazione.

La stessa si orienta a criteri di efficienza, di efficacia, di flessibilità nell’organizzazione dei servizi amministrativi, dell’attività didattica e dell’offerta formativa integrata.

 

Libertà di insegnamento e formazione del personale

La programmazione assicura il rispetto della libertà di insegnamento dei docenti, quale diritto professionale ed elemento costitutivo primario della funzione docente, e garantisce la formazione dell’alunno, facilitandone le possibilità evolutive e contribuendo allo sviluppo armonico della personalità, nel rispetto degli obiettivi formativi nazionali e comunitari, generali e specifici.

La formazione costituisce impulso strategico determinante per lo sviluppo professionale del personale, per il necessario sostegno agli obiettivi di cambiamento e adeguata politica di sviluppo delle risorse umane. La partecipazione ad attività di formazione e aggiornamento è un diritto per il personale e compito per l’amministrazione assicurare interventi organici e regolari.